PULIZIA E MANUTENZIONE DEI PAVIMENTI RESILIENTI: LA NOSTRA GUIDA

Pulizia e manutenzione dei pavimenti resilienti

Il pavimento resiliente, sia esso vinilico (LVT) o plastico minerale (SPC), è un prodotto estremamente moderno, che sta guadagnando un credito sempre maggiore sul mercato grazie alle prestazioni che è in grado di offrire. E non si parla solo di versatilità nell’impiego e di bellezza dei decori, ma anche della praticità che lo distingue.

La semplicità della posa e la facilità con cui può essere pulito sono infatti caratteristiche molto apprezzate dagli utilizzatori.

La resistenza ai liquidi di questo tipo di pavimento, ne fa, ad esempio, un prodotto adatto ad essere posato anche in locali nei quali la pulizia deve essere fatta con frequenza e in velocità, spesso in modo sbrigativo. E’ evidente che in situazioni di questo tipo, l’utente deve poter stare tranquillo che un residuo di acqua rimasto sulla superficie non comprometterà il pavimento.

Questo spiega, ad esempio, il successo che i pavimenti in LVT e in SPC stanno riscontrando in ambito alberghiero. Resistenza ed impermeabilità favoriscono una pulizia più veloce, con evidente risparmio di tempo e riduzione dei fattori che potrebbero potenzialmente danneggiare il pavimento.

Per quanto la manutenzione sia ridotta al minimo, è comunque bene tenere in considerazione alcuni aspetti.

ACCORGIMENTI GENERALI

Seguire alcune semplici regole, eviterà la formazione dello sporco e l’introduzione nei locali di elementi che possano graffiare il pavimento:

  • ricordare che la che pulizia regolare della superficie previene l’accumulo di polvere ed evita che lo sporco acquisti consistenza;
  • posizionare un tappeto o uno zerbino all’ingresso del locale, per eliminare subito sabbia, sassi, residui e ogni elemento che possa sporcare o graffiare il pavimento;
  • dotare i mobili e le sedie degli appositi feltrini da posizionare sotto i piedi, per evitare possibili graffi;
  • effettuare la prima pulizia immediatamente dopo l’installazione, per rimuovere eventuali residui di polvere.

 

PER LA PULIZIA QUOTIDIANA

La pulizia regolare del pavimento richiede poco tempo e può essere effettuata in modo leggero. Pulire frequentemente le superfici aiuterà a mantenerle belle nel tempo. A tal fine si consiglia di usare, a scelta:

  • aspirapolvere senza battitappeto;
  • scopa con le setole morbide;
  • panno antistatico.
COME LAVARE IL PAVIMENTO LVT / SPC

COME LAVARE IL PAVIMENTO LVT / SPC

Il pavimento in LVT / SPC è impermeabile ma è sempre meglio evitare ristagni d’acqua. Il liquido potrebbe infatti, a lungo andare, penetrare tra le fughe di giunzione e depositarsi sotto il pavimento, generando cattivi odori.

A tal fine si consiglia di:

  • utilizzare uno straccio umido, ben strizzato;
  • evitare spazzole tipo mocio, che potrebbero lasciarsi dietro delle gocce residue;
  • evitare spugne abrasive;
  • strofinare in verso longitudinale rispetto alla doga.

 

PRODOTTI CONSIGLIATI:
  • sapone di tipo neutro, privo di agenti schiumogeni aggressivi;
DA EVITARE ASSOLUTAMENTE:
  • prodotti a base di ammoniaca, candeggina o agenti chimici che potrebbero intaccare la superficie del pavimento;
  • sapone in pasta / cera o lucidanti che potrebbero formare una pellicola scivolosa in superficie;
  • acqua bollente o strumenti per la pulizia a vapore che potrebbero danneggiare la superficie del pavimento.

Rispettando queste semplici regole, il pavimento manterrà a lungo tempo la sua bellezza.

© 2019 Italignum srl. Tutti i diritti riservati. | Siti Web Padova