Secondo i dati presentati dal Censis nella ricerca “Il valore sociale del medico veterinario” di marzo 2019, gli animali domestici in Italia sono circa 32 milioni e sono presenti, in media, in una casa su due. Con 53,1 animali ogni 100 abitanti, l’Italia è il secondo Paese d’Europa per presenza di animali da compagnia, dietro solo all’Ungheria.

Sebbene si possa immaginare che nel frattempo i dati abbiamo subito delle minime variazioni, rimane inalterato il fatto che nel nostro Paese amiamo circondarci da amici a quattro zampe.

Questo è evidente anche per chi di mestiere si occupa di proporre e vendere prodotti per l’arredo e l’interior design in quanto quella sugli animali domestici è “LA” domanda più gettonata da parte di chi vuole scegliere un pavimento per casa. In realtà spesso è più una richiesta per capire se il prodotto proposto sia adatto o meno alla convivenza con l’animale di casa.

PavimentiPetFriendly

Quando si parla di pavimenti ed animali domestici, gli aspetti da considerare sono due:

  • Individuare il tipo di pavimento più resistente e facile da pulire
  • Trovare il pavimento che garantisce il miglior comfort al nostro amico animale

Se possibile, questi due aspetti dovrebbero convivere nello stesso prodotto…

I nostri animali domestici sono felici portatori di 3 fattori potenzialmente pericolosi o sgradevoli per ogni tipo di pavimento: le unghie, il pelo e i liquidi corporei. Per questo, quando si sceglie un pavimento, è bene tenere in considerazione questi fattori e valutare le possibili risposte che il materiale proposto può dare.

Prima di tutto bisogna considerare l’aspetto dell’usura. E’ difficile immagine di chiedere ai nostri compagni di casa di avere cura del pavimento. Sicuramente non si porranno il problemi di poter graffiare e rovinare le superfici con le loro unghie. Senza poi considerare possibili “incidenti di percorso” fintanto che non si abitueranno a fare i loro bisogni in luoghi prestabiliti.

Per questo è bene scegliere delle superfici dalla buona resistenza all’usura e, al contempo, facili da pulire ed igienizzare. In questo senso i pavimenti in SPC sembrano la soluzione migliore, con il loro strato superficiale in pvc protettivo e l’assoluta impermeabilità del materiale.

Inoltre, aspetto da non trascurare, la superficie dura e liscia (a differenza, ad esempio, di tappeti e moquettes) non raccoglie peli ed odori sgradevoli.

PavimentiPetFriendly

Dopo aver capito quali sono i tipi di pavimento che si difendono meglio nel confronto a lungo termine con la belva di casa, è importante valutare anche gli aspetti che possono garantire il benessere dei nostri amici.

Per la pulizia dei pavimenti flottanti (siano laminato oppure SPC), i consigli sulla pulizia prevendono sempre l’utilizzo di saponi e detersivi neutri, che non contengano agenti schiumogeni. Sono inoltre da evitare cere o prodotti lucidanti che, oltre a non avere alcun effetto migliorativo sulle superfici di questo tipo di pavimento, potrebbero creare una pellicola scivolosa e, quindi, pericolosa.

Queste precauzioni (pensate per garantire al nostro pavimento una pulizia ottimale e una lunga vita) sono perfettamente in linea con le esigenze dei nostri amici a quattro zampe! L’utilizzo di agenti particolarmente aggressivi non solo danneggerebbe il pavimento, ma risulterebbe assolutamente fastidioso anche per i nostri animali.

PavimentiPetFriendly

Inoltre i pavimenti in laminato e gli SPC rientrano tra i cosiddetti “pavimenti caldi”. L’effetto di calore e comfort che questi pavimenti danno al tatto è, infatti, ben diverso da quello dato, ad esempio, da una piastrella. E questo è un fattore che i nostri amici a quattro zampe sicuramente apprezzerebbero visto che, ricordiamolo, “camminano scalzi”.

Se volete saperne di più e conoscere alcuni esempi reali di convivenza tra animale domestico e pavimento, abbiamo recentemente pubblicato un video sull’argomento, che trovate qui sotto.

© 2020 Italignum srl. Tutti i diritti riservati. | Siti Web Padova