Tutto parte dal benessere.

L’uomo moderno cerca il benessere.

Ha bisogno del benessere.

Ed è ormai assodato che il benessere passa, anche, attraverso uno stretto legame con il mondo naturale, fonte di equilibrio ed armonia. Il contatto con la natura allevia lo stress della vita quotidiana.

E vediamo ormai da anni in modo chiaro come ciò si traduca nella ricerca di materiali e finiture per l’interior design che richiamino questa naturalità.

LegnoAnticoTendenze2020

IL LEGNO: FASCINO SENZA TEMPO

E quale materiale può farla da padrone, nella ricerca continua del contatto con la natura, se non il legno? Il fascino del legno è intramontabile. Mobili, accessori, pavimenti, porte: il legno trasmette calore e sicurezza, è fuoco e riparo.

Quello che cambia può essere il modo di utilizzarlo nella progettazione e realizzazione di arredi e complementi. Rivisitato ed alleggerito, il legno è stato protagonista anche in questo 2020 di spazi sia classici che moderni, nel look vintage e rustico come in quello industrial.  La parola d’ordine è: equilibrio.

E non va assolutamente dimenticato l’aspetto della riciclabilità. Perché si, il legno è il materiale di recupero per eccellenza. Capace di essere reinventato all’infinito, il legno termina la sua vita come fuoco per riscaldarsi o concime per il terreno, garantendo così vita e sopravvivenza.

Altro fattore importante è l’unicità. Ogni elementi costruito in legno è, a tutti gli effetti, un pezzo unico. Nessuno pezzo di legno è uguale ad un altro. Cambiano le sfumature di colore, la disposizione delle fibre, la casualità di nodi e spaccature. La differenza si gioca sul dettaglio.

LegnoAnticoTendenze2020

FASCINO ANTICO, PRESTAZIONI MODERNE

Il legno porta con se il fascino dell’artigianalità, di un sapere che piano piano stiamo perdendo. Il manufatto in legno è il prodotto di mani e menti esperte, che sono in grado di tradurre un progetto in oggetto.

Il legno è tradizione, radici. E’ depositario di un fascino antico che si perde nella notte dei tempi, come testimoniano le parole dei maestri artigiani della Val di Fiemme. “In val di Fiemme, tutto parte della terra. Dall’utilizzo di legno e pietra. Dalla loro unione nascevano i “tabiài”, le costruzioni più rappresentative della Val di Fiemme. In ognuna di esse era inciso nei tronchi rozzamente squadrati l’anno di costruzione e l’appartenenza della costruzione stessa. E prendendo spunto da quelle incisioni, che raccontano di una storia secolare, i nostri pannelli raccontano ancora una volta un unicum che nasce solo in Val di Fiemme”.

LegnoAnticoTendenze2020

Dalla tavola ottenuta dal tronco o recuperata in qualche vecchia struttura è possibile ottenere dei pannelli già pronti alla lavorazione. Questo processo unisce fascino antico e lavorabilità moderna.

Il legno è un materiale vivo, che sente molto le variazioni di temperatura e di umidità e, in funzione di queste, può essere soggetto a curvarsi e deformarsi. Si sente spesso dire che una tavola in legno “si imbarca”. Questo è un problema che deve essere assolutamente evitato qualora si voglia usare il legno per realizzare un arredo o un complemento.

Per farlo è possibile costruire un pannello accoppiando diversi strati di materiale, in cui ogni strato conterrà le spinte dello strato adiacente. Ciò che conta è che venga comunque preservata la parte nobile del legno antico, la prima patina, che costituisce la faccia a vista del pannello.

Questa struttura a tre strati, rende il pannello facilmente lavorabile e stabile, in cui l’unico piacevole imprevisto è l’immaginazione del progettista.

Il vero esser artigiano non è assolutamente in contrasto con la modernità; anzi, grazie ad un’alchimia che riesce ad unire l’umiltà con il sapere, è capace di trarne i maggiori benefici. Tuttavia la tecnologia non potrà mai replicare l’artigianalità, perché si è veramente artigiani solo quando nel lavoro quotidiano si riescono a far confluire tutti quei gesti, saperi scritti e orali, usi e consuetudini che non potranno mai essere banalmente rinchiusi in una ripetizione monotona e spersonalizzata di azioni”.

Qui a seguire vi proponiamo una selezione di essenze e finiture, selezionate da ITALIGNUM e sempre disponibili presso il nostro magazzino.

LegnoAnticoTendenze2020

COME LE TESSERE DI UN MOSAICO

La continua ricerca e sviluppo di nuove tecniche per il recupero dei legni ha permesso di mettere a punto un nuovo metodo di ri-assemblaggio di elementi di legno di diverse dimensioni ad ottenere un effetto mosaico molto interessante.

Sono pannelli già composti, pronti all’uso e componibili tra loro. Questa loro caratteristica li rende facili da lavorare ed installare.

I diversi spessori delle lamine e la naturale angolatura della spaccatura, conferiscono al risultato finale un effetto tridimensionale irregolare ed unico.

LegnoAnticoTendenze2020

Ogni pannello è a tutti gli effetti un pezzo unico, realizzato grazie alla maestria di artigiani in grado di assemblare le lamine con gusto ed equilibrio.

I rivestimenti pareti legno sono l’elemento ideale per ridare vita agli ambienti senza doverne stravolgere la fisionomia. Basta ricoprire una piccola superficie per donare un tocco di calore e personalità a qualsiasi spazio della vostra casa.

LegnoAnticoTendenze2020

Il fascino del legno antico diventa materia per le creazioni di design.

 

Se vuoi saperne di più sui rivestimenti modulari in legno, clicca QUI.

Se vuoi vedere un esempio di utilizzo dei rivestimenti modulari, clicca QUI.

Se vuoi farti ispirare da un bell’arredo realizzato con il legno antico, clicca QUI.

 

© 2020 Italignum srl. Tutti i diritti riservati. | Siti Web Padova